X

Registrazione

Per acquistare online i biglietti, gli abbonamenti, i prodotti Blue Note ed accedere ai privilegi riservati ai soci, è necessario registrarsi. Inserisci semplicemente nome cognome ed indirizzo email e Registrati: al termine ti verrà inviata una email contenente un link per confermare l'iscrizione all’indirizzo di posta elettronica che indicherai. Dopo aver ciccato sul link di conferma, riceverai una seconda email contenente username e password. Dopo aver confermato la tua registrazione e ricevuto la mail con username e password, potrai effettuare l’accesso.

Collegati facilmente con Facebook, oppure
se sei registrato,

Dati di accesso
Newsletter La newsletter settimanale contiene notizie ed offerte sulla programmazione e sulle principali iniziative di Blue Note Milano
Privacy e Condizioni Generali Nel procedere, confermo, a tutti gli effetti di legge, di aver letto attentamente le Condizioni Generali di averle accettate, nonché di aver attentamente preso visione della informativa ai sensi del D.Lgs. n.196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), Privacy

2017 marzo 10 venerdì ore21.00
Abdullah Ibrahim & Ekaya 10/03/2017 21.00

Abdullah Ibrahim & Ekaya

Abdullah Ibrahim piano

Cleave Guyton sax

Noah Jackson violoncello/basso

Andrea Murchinson trombone

Marshall Earl McDonald sax

Will Terrill batteria

Lance Dewitt Bryant sax

Prezzo Door 55,00

Per una serata speciale, abbina anche la cena al ristorante

Acquista telefonicamente

dal Martedì al Sabato dalle 14 alle 22
02 69016888

Torna al Blue Note il pianista sudafricano, leggenda della musica improvvisata.

La storia di Abdullah Ibrahim non è fatta solamente di collaborazioni con i nomi più grandi della storia del jazz, ma è direttamente collegata anche agli sviluppi sociali, culturali e storici del ventesimo secolo. Nato a Cape Town nel 1934 come Adolphe Johannes Brand, ha iniziato la sua carriera nel 1949, ancora adolescente, con il nome di Dollar Brand.

Non c’è bisogno di spiegare cosa significasse vivere e operare in Sud Africa in pieno periodo di apartheid. Nondimeno, il pianista rimase fino agli inizi degli Anni Sessanta nel suo Paese natale, dove accompagnò Miriam Makeba e fondò la prima importante jazz band del continente africano, The Jazz Epistles.

Nel 1965, Brand fu “scoperto” nientemeno che da Duke Ellington, che lo portò a New York. Il trionfo al Festival jazz di Newport divenne il suo biglietto da visita a livello internazionale. Fu membro dell’avanguardia newyorkese e, suonando con Ornette Coleman e John Coltrane, affinò tanto la sua tecnica quanto la sensibilità verso un approccio “spirituale”.

Ha sempre mantenuto forti i legami con l’Africa. Nel 1968 Brand si convertì all’Islam e prese il nome di Abdullah Ibrahim, che gradualmente negli anni fece svanire il ricordo del precedente nome d’arte. Durante gli Anni Settanta e Ottanta, divenne la figura più rappresentativa per l’integrazione della scena jazz africana.

Ibrahim fonda il Gruppo Ekaya (che in lingua xhosa o zulu vuol dire “patria”) a New York, nel 1983: un gruppo di eccezionali strumentisti che rievoca le linee melodiche del canto popolare sudafricano, inserendolo nel contesto dell’improvvisazione jazzistica. Il repertorio, appassionante, viene basato essenzialmente sulle più celebri composizioni di Abdullah Ibrahim. Con il celebrato cantore del Sudafrica e i suoi abituali accompagnatori, si esibiscono alcuni eccezionali musicisti oggi attivi nelle più importanti big band newyorkesi.

Immagine anteprima YouTube

Acquista i biglietti per i tuoi spettacoli preferiti

Acquista telefonicamente

dal Martedì al Sabato dalle 14 alle 22
02 69016888

Seguici

per rimanere aggiornato e godere delle opportunità che ti riserviamo

"Music is not an occupation or profession, it's a compulsion." Duke Ellington #HappySunday #jazz youtube.com/results?…

About 2 days ago from Blue Note Milano's Twitter via Twitter Ads